Consulenza su misura in Risk management.

Contattaci subito per ottenere

 una consulenza personalizzata

Invio del modulo in corso...

Il server ha riscontrato un errore.

Modulo ricevuto.

Chi è il Risk Manager?

Il Risk Manager è la figura professionale, interna all’azienda o esterna alla stessa, dedicata alla gestione integrata dei rischi aziendali che agiscono nell’ambito degli obiettivi strategici prefissati dalla direzione. È compito del Risk Manager individuare e analizzare i potenziali rischi in cui può incorrere l’Azienda, evidenziare i rischi principali ed intervenire per limitarne l’esposizione individuando quali possono essere assicurati e quali non sono assicurabili.

Il Risk manager individua i rischi potenziali in base alla loro gravità e possibile frequenza, attuando la politica migliore per ottimizzare la loro gestione, in linea con le disponibilità e le capacità finanziarie dell’Azienda.

Una volta individuati i potenziali rischi, il Risk Manager definisce le misure di eliminazione o prevenzione degli stessi in coordinamento eventuale con i tecnici di settore, si accerta dei risultati e li controlla nel tempo. E’ suo compito definire le coperture assicurative ritenute necessarie e i rischi che possono invece essere assunti in proprio dell’Azienda come forma di “autoassicurazione”. Il ruolo del Risk Manager si esplica anche nella valutazione di possibili rischi e responsabilità per l’Azienda insiti nei contratti con terzi.  In tal senso assiste tutte le funzioni aziendali fornendo le proprie competenze per l’individuazione delle potenziali criticità insite nei vari processi aziendali.

 

Perché il Risk Assessement?

Il Risk Assessement è la parte ‘operativa’ messa in atto dal Risk Manager attraverso una relazione di analisi, primo importante passo per poter avere una mappatura dettagliata dei potenziali rischi. Con questa fotografia aggiornata e specifica vengono indicate tutte le azioni atte a prevenire, trattare, mitigare, assicurare, gestire le varie tipologie di rischio dando un ordine di priorità in base agli obiettivi strategici dell’organizzazione.

L’analisi valutativa che proponiamo, grazie al risk assessement , aiuta l’azienda a focalizzare ciò che potenzialmente e realmente può causare un danno. In molti casi chiare e semplici misure di prevenzione, non particolarmente onerose, possono tenere sotto controllo il rischio; in altri casi attraverso misure più importanti e rigide governate da nuovi processi aziendali si riesce a garantire il controllo dei potenziali rischi; in altri ancora attraverso la riallocazione diretta del rischio alle compagnie di assicurazione.

 

I 5 step del Risk Assessement:

  • 1. IDENTIFICAZIONE DEI RISCHI

    Identificazione dei rischi e classificazione per capire chi/cosa può essere danneggiato ed in che modo.

  • 2. ANALISI DETTAGLIATA DEI RISCHI

    Analisi dettagliata del rischio: identificazione, descrizione e stima

  • 3. VALUTAZIONE DEI RISCHI

    Valutare i rischi in base all’importanza e definire le azioni necessarie.

  • 4. REPORTING & MONITORAGGIO

    Trattare il rischio e registrare attraverso un reporting i risultati, monitoraggio ed implementazione del piano di mitigazione

  • 5. REVISIONE DEI RISCHI

    Revisioni periodica con conseguente aggiornamento del piano.

Il risk manager lavorerà non per eliminare tutti i rischi, non sarebbe possibile, ma per valutarli dandogli un ordine di importanza, e seguendo questo ordine suggerirà il miglior modo per trattarli.

Associato

Contattaci subito per

 una consulenza personalizzata

Invio del modulo in corso...

Il server ha riscontrato un errore.

Modulo ricevuto.

NOTE LEGALI

 

COOKIE POLICY

 

PRIVACY POLICY

TELEFONO > 0587 420028

 

CELLULARE > 340 4222174

SOCIAL NETWORKS

©2017 independentrisksolutions.it

Tutti i diritti riservati

  • 1. IDENTIFICAZIONE DEI RISCHI

    Identificazione dei rischi e classificazione per capire chi/cosa può essere danneggiato ed in che modo.

  • 2. ANALISI DETTAGLIATA DEI RISCHI

    Analisi dettagliata del rischio: identificazione, descrizione e stima.

  • 3. VALUTAZIONE DEI RISCHI

    Valutare i rischi in base all’importanza e definire le azioni necessarie.

  • 4. REPORTING &MONITORAGGIO

    Trattare il rischio e registrare attraverso un reporting i risultati, monitoraggio ed implementazione del piano di mitigazione.

  • 5. REVISIONE DEI RISCHI

    Revisioni periodica con conseguente aggiornamento del piano.